Un colpo al cuore

Capitolo 1

Era una mattinata tranquilla a L.A., la squadra della Crimini Maggiori stava lavorando ai casi che avevano ancora in sospeso, erano tutti nella sala centrale e stavano discutendo di alcuni particolari di un caso, che avevano suscitato delle perplessità e delle discussioni.

Verso mezzogiorno entrò il capo Taylor trafelato: "Capitano abbiamo un'emergenza al centro commerciale SMART2 di Downing Square, dei cecchini stanno sparando sulla folla, servono tutti gli uomini disponibili! Noi siamo quelli più vicini! Presto! Presto!"

"Sentito! Prendere i giubbetti! Forza! Veloci!" Urlò il capitano.

Si alzarono tutti di corsa e presero i loro giubbetti e corsero al parcheggio. Dopo dieci minuti erano tutti in Downing Square, avevano indossato i giubbetti e si stavano disponendo per entrare in sicurezza nel centro commerciale. Gli agenti della sicurezza erano andati vicino alle macchine e si avvicinarono al capo Taylor: "Signore, agente Stewart. Stiamo cercando di far uscire più persone possibile, però non sappiamo dove si trovino i cecchini."

"Sapete quanti cecchini ci sono?" Chiese il capitano.

"Per ora crediamo che siano tre, forse quattro." Rispose l'agente di sicurezza.

"Capitano Raydor, iniziate ad entrare, appena arrivano altri rinforzi e la Swat vi mando dentro altri uomini." Disse Taylor.

Il capitano disse: "Ci uniamo a voi agente Stewart e entriamo per valutare la situazione, cerchiamo di mettere in sicurezza più civili possibile." Poi rivolta ai suoi uomini disse: "Signori ci dividiamo, massima attenzione e niente eroi. Provenza, Flynn, Sanchez insieme agli uomini della squadra B andate con loro dalla porta laterale, Sykes, Tao con me e gli uomini della squadra A ed entriamo dalla porta principale. Buona fortuna! Agente Stewart ci faccia strada! Forza andiamo!"

Si divisero in squadre come indicato e si avviarono verso le entrate come il capitano aveva loro ordinato. Flynn si girò per guardare il capitano, lei fece lo stesso e i loro occhi si incrociarono per un momento. Si dissero quello che avevano nel cuore, annuirono e poi seguirono la propria squadra.

Il gruppo di Provenza entrò e dopo aver percorso il corridoio per dieci metri trovò dei civili che si riparavano dentro un negozio.

"Julio accompagna fuori queste persone! Presto!" Gridò Provenza. Julio corse con i civili e li scortò fuori insieme agli altri uomini che intanto mettevano in sicurezza il corridoio.

"Flynn andiamo avanti, con prudenza! Voi state dietro e seguiteci!"

"Ok, vado avanti io!" Flynn avanzò seguito da Provenza e guardarono nel negozio adiacente se ci fossero altri civili nascosti.

"Tutto pulito!"

"Procediamo!" Si spostarono lungo il corridoio, RATATATATA una raffica di colpi gli andò contro, Andy si girò e si buttò su Provenza. Si erano riparati meglio che potevano, ma alcuni colpi avevano colpito Flynn al giubbetto e crollò disteso a terra.

"Andy! Andy!" Urlò Provenza. Cercò di mettersi al riparo e tirò Andy vicino a lui.

Rimasero al coperto per un po', ma non riuscivano a capire da dove sparasse il cecchino.

"Andy! Andy! Come stai?!" Silenzio. "Andy! Rispondimi!"

"….. Argggg…. Che male!"

"Sei ferito? Ti ha preso?" Chiese Provenza preoccupato.

"Non sono ferito. Mi ha preso il giubbetto, per fortuna! Maledetto bastardo!"

"Come ti senti?"

"Fa un gran male, ma sto bene, sto bene."

"Sei sicuro?"

"Non dire niente a Sharon, sto bene."

"Andy ..."

"Per favore…. Le dirò quello che è accaduto, al momento opportuno, non voglio che si preoccupi. Dai Provenza, guardami, sto bene." Provenza lo guardò sapendo che sarebbero stati solo guai.

"Sto bene."

"Grazie per avermi coperto." Disse Provenza fissandolo negli occhi.

"E' il minimo… dai andiamo!" Disse Flynn.

"Andiamo. Vediamo se ci sono altri civili. Cerca di non farti sparare!" Disse Provenza.

"Va bene!"

"Ok! Ce la fai?" Chiese Provenza preoccupato.

"Sì ce la faccio, arrivo."

Superarono il primo corridoio e ne imboccarono un altro, girando verso destra. Poi sentirono una raffica di spari, arrivare dalla Food Court. Provenza fece cenno di procedere lentamente e arrivarono difronte alle scale mobili che portavano al piano di sopra, verso i locali della Food Court. Dietro la colonna, nascosta dietro una pianta c'era una donna con un bambino che piangeva spaventato.

"Provenza li vado a prendere e li porto fuori, coprimi!" Fece cenno e si mosse per andare a prenderli, quando una raffica di colpi lo fece tornare indietro.

"Andy!"

"Accidenti! Lo hai visto!?" Urlò a Provenza.

"E' in alto, lì, dove c'è la scala mobile." Disse indicando verso l'alto. "Noi siamo troppo allo scoperto. Dobbiamo aspettare aiuto." Silenzio.

"Rimanete lì, al coperto!" Urlò Flynn alla donna. Intanto il bambino piangeva.

Nella piazza c'erano dei corpi senza vita. Provenza dispose la squadra per coprire al meglio tutta la piazza. Arrivò anche Julio, che si accovacciò vicino a loro. Intanto Flynn aveva visto un 'installazione pubblicitaria che poteva fargli da scudo per andare a prendere la donna con il bambino.

"Fece un cenno a Julio. Possiamo provare, che ne pensi?!" Disse Flynn.

"Ce la possiamo fare!" Disse Julio.

"Ci provate, ma se diventa troppo pericoloso lasciamo stare ok?!" Disse Provenza.

I due annuirono "Allora al mio tre inizio a sparare e voi vi portate dall'altra parte, ok! Voi state pronti al mio segnale." Disse Provenza al resto della squadra. Contò e al tre, partì un fuoco di copertura, Sanchez e Flynn si mossero con l'installazione pubblicitaria che li copriva parzialmente. Dopo aver percorso metà strada, furono sotto al fuoco del fucile mitragliatore che fino ad allora era rimasto muto. Provenza cercò di attirare l'attenzione del cecchino, che per un breve attimo smise di sparare per ripararsi.

Intanto Sanchez e Flynn erano arrivati dall'altra parte. L'installazione era danneggiata, si ripararono entrambi dietro la colonna.

"State tranquilli, ora vi porteremo via di qui!" Disse Sanchez.

"Aiutateci ..." La donna tremava di paura e stringeva a sé il bambino che piangeva.

"Adesso campione andrai dall'altra parte con il mio amico Julio, guarda ti metto il mio giubbetto, come i supereroi! Signora non abbia paura, ce la farete!" Disse Flynn rivolgendosi alla donna. Mise il suo giubbetto antiproiettile al bambino, lo strinse più che poteva e poi lo diede a Julio.

"Grazie! Grazie!" Disse la donna.

"Torno a prenderti Andy!" Disse Sanchez guardando negli occhi Flynn.

"Ci conto Julio, ti aspetto!" Disse Flynn sorridendo. "Adesso vai Julio, portali al sicuro! Pronti?!Vai! Vai!" Flynn iniziò a sparare per coprirli e anche Provenza diede l'ordine di far partire il fuoco di copertura. Sanchez riuscì ad attraversare la piazza e a portare in salvo il bambino con la madre. Gli altri uomini di supporto portarono fuori la donna con il bambino.

L'installazione era ormai completamente distrutta e Flynn era rimasto dietro la colonna. Provenza guardò come poteva farlo venir via da quella posizione troppo esposta. Sperò che il cecchino si potesse spostare, ma per ora non si muoveva.

Purtroppo non c'erano altre installazioni pubblicitarie per ripararsi, il cecchino iniziò a sparare in direzione di Flynn, cercando di stanarlo.

Provenza e gli altri risposero al fuoco, cercando di attirare l'attenzione verso di loro. Flynn era dietro la colonna e cercava di ripararsi meglio che poteva. Una raffica di proiettili lo sfiorò, colpendolo di striscio al braccio.

"Aaaaarhhhggg ..." Gemette Andy, toccandosi il braccio che iniziava a sanguinare leggermente.

"Flynn! Flynn!" Urlava Provenza guardando il suo amico sotto la raffica del fuoco.

Nel frattempo Sanchez era tornato da Provenza e aveva trovato un'altra installazione pubblicitaria che poteva ripararlo per andare a prendere Flynn.

Si avvicinò a Provenza: "Tenente Provenza ho trovato quest'altra installazione, vado a prendere Andy! Voi copritemi!"

"Ehi Julio, prudenza! Ok!" Disse Provenza fissandolo negli occhi.

"Certo Tenente!" Disse Julio sorridendo. Provenza disse a tutti quanti di sparare al suo segnale e di dare una copertura di fuoco per dare tempo a Julio di andare da Andy. Al suo via cominciarono tutti quanti a sparare e il cecchino rimase stupito da tanto fuoco di copertura e smise di sparare. Sanchez iniziò a portarsi vicino a Flynn, gridandogli di resistere ancora e dopo un po', finalmente lo raggiunse e mise l'installazione pubblicitaria a copertura di entrambi.

"Felice di vederti Andy!"

"Non sai quanto sono felice di vedere te Julio!" Disse Andy sorridendo.

"Allora sei pronto per la corsa di ritorno?" Disse Julio.

"Quando vuoi, non vedo l'ora di andarmene da qui."

Continua ….